HOME      CONTATTI     

MODELLO TEORICO DI RIFERIMENTO

La Scuola insegna e fa riferimento alla Psicoterapia Intensiva Dinamica Breve di H. Davanloo.
H. Davanloo, Professore Emerito di Psichiatria alla McGill University di Montreal, ha disegnato questa tecnica negli anni ’60, con l’obiettivo di rendere più veloce ed efficace la psicoanalisi, studiandola in modo oggettivo. Ha così utilizzato la videoregistrazione come modo per verificare l’efficacia degli interventi tecnici sperimentati e questo ancora oggi permette di conoscere, insegnare, sviluppare la tecnica sempre a partire dalla presentazione e dallo studio delle sedute.

L’altro punto su cui Davanloo ha orientato i suoi studi è quello di evitare lo sviluppo della Nevrosi di Transfert, individuata da lui come il fattore responsabile dell’ allungamento delle terapie psicoanalitiche. Questo significa affrontare la Resistenza immediatamente in prima seduta, prima che questa si attivi e comprometta la relazione transferale, rendento la terapia lunga, difficoltosa, meno efficace. La tecnica è quindi focalizzata sulla Resistenza nel Tranfert con l’obbiettivo di indebolirla insieme alle Difese in modo da avere un accesso diretto alle emozioni inconsce. Queste derivano dalla traumatizzazione del legame primario e sono il dolore del trauma, la rabbia primitiva omicida, il dolore di colpa.

Davanloo ha dimostrato che il dolore di colpa, attivando il bisogno inconscio di autopunizione, è responsabile dei Disturbi Psiconevrotici, sia della componente sintomatica che caratteriale. Inoltre la colpa attiva le Difese e la Resistenza, cioè la parte del paziente che per continuare a soffrire, non vuole cambiare. E’ quindi una tecnica emotiva, attiva, molto coinvolgente per la coppia terapeuta paziente; permette una collaborazione intensa fatta di vicinanza e condivisione di forti emozioni positive reciproche. E’ una tecnica di grande soddisfazione non soltanto per il sollievo immediato sperimentato dal paziente.

In questo senso nella denominazione della Scuola abbiamo eliminato il termine storico “breve” che non ha una connotazione oggettiva e sottolineato invece il termine “intensiva” che indica l’attività e il coinvolgimento della coppia terapeuta-paziente come importante elemento di cambiamento. Inoltre nella nostra Scuola la presentazione di materiale videoregistrato rappresenta la base dell’insegnamento, della supervisione e della valutazione, permettendo l’apprendimento in modo veloce, oggettivo e standardizzato, limitando così l’idealizzazione, cioè un’importante forza inconscia che non permette agli allievi di crescere, di essere autonomi e competitivi con i propri maestri.

Insieme alla forte esperienza emotiva che coinvolge l’apprendimento, molta importanza è data alla studio e all’insegnamento della neurofisiologia delle emozioni, condotto dai principali neuroscienziati in Italia, che costituiscono il Comitato Scientifico della Scuola.

SCUOLA DI FORMAZIONE QUADRIENNALE IN PSICOTERAPIA DINAMICA INTENSIVA
Lungarno Bruno Buozzi, 4  -  56124 Pisa
Tel. 339 5293941 - email: info@scuolaistdp.it - info@istdp.it
Relazioni esterne - Ufficio Stampa: Isabella Di Nolfo | IDN Media Relations - idn@idnmediarelations.it